TROPPE VERITA’ PER UNA SOLA MORTE

Alberto Nisman

Sono trascorsi 3 anni, indagini contrapposte e conclusioni puntualmente controverse, un cambio di governo, d’ideologia e di pratica politica: ma la morte del procuratore della Repubblica argentina Alberto Nisman (18 gennaio 2014), continua ad apparire avvolta in dubbi e misteri. Il magistrato era divenuto famoso per accusare l’allora presidente Cristina Kirchner e il suo ministro…
Leggi tutto

ARGENTINA E GIUSTIZIA

Decine di migliaia, 400 mila secondo le stime maggiori, sono le persone che hanno partecipato ieri sotto una pioggia battente a Buenos Aires e in altre città argentine alla convocazione di un gran numero di procuratori della Repubblica per commemorare il loro collega Alberto Nisman, a un mese dalla morte. Una marcia del silenzio che…
Leggi tutto

Cristina e Montesquieu

Cristina Fernandez Kirchner

Anche in Argentina il governo accusa l’ esistenza di un partito delle Procure. E se tale partito esiste, sembrerebbe aver sciolto le riserve. Perchè Cristina Fernandez de Kirchner da oggi è imputata di “complicità aggravata e mancato compimento di doveri pubblici”, sulla base della denuncia presentata quattro giorni prima di morire dal procuratore speciale della…
Leggi tutto

UNA CALIBRO 22 PER SPARARE ALL’ARGENTINA

Al centro della scena del delitto ci sono spezzoni dei servizi segreti, non solo di quelli argentini. Cia, FBI, Mossad l’ attraversano continuamente o l’ aggirano dietro le quinte. Si nascondono, senza tuttavia rinunciare a far percepire la loro interessata presenza. Su questo sensibilissimo scacchiere, la prima mossa conosciuta è stata di Cristina Kirchner, poco…
Leggi tutto

JE SUIS

Cominciò quasi mezzo secolo fa l’ identificazione di massa con gli eroi del momento. Gli studenti americani impegnati contro la guerra in Vietnam da Berkeley a Yale lanciarono il grido: we’re all viet-cong !  Scandito da centomila voci davanti al Pentagono lo slogan risuonava potente. Rievocato a Parigi dall’ immediata reazione al massacro di Charlie…
Leggi tutto

CADAVERE ECCELLENTE A BUENOS AIRES

Spie, barili di petrolio e di dollari, killer prezzolati e sullo sfondo l’ atomica iraniana: un romanzo nero insegue la politica argentina e la macchia di sangue. Domenica scorsa, nuovo capitolo. Come una nube tossica, l’ ombra di un morto eccellente si spande su quest’ anno elettorale che il prossimo ottobre dovrà scegliere il nuovo…
Leggi tutto